notizie

Superbonus 110% - Chi tutela gli artigiani subappaltatori?

Superbonus 110% - Chi tutela gli artigiani subappaltatori?

Nelle scorse settimane, LIA Bergamo si è impegnata ad affrontare il tema del Superbonus 110%. Avendo raccolto le preoccupazioni delle imprese edili, spaventate per l'assenza di tutele per i subappaltatori, abbiamo lanciato l'allarme su una situazione che lascia "scoperti"  tanti piccoli impenditori.

L’attuazione “tipica” delle misure previste dal Superbonus sembra infatti orientata verso il modello di general contractor e subappalto che già in passato, quando attuato in maniera incontrollata, aveva portato al fallimento centinaia di piccole imprese, tra condizioni-capestro e debiti non pagati.

 

Cosa succede se il General Contractor non paga?

Non c'è nessuna tutela per i subappaltatori?

Per offrire a tutte le parti in causa le giuste garanzie, LIA Bergamo e la Categoria dell’Edilizia stanno mettendo a punto con partner territoriali un processo che segua le imprese e i committenti in ogni fase, dalla valutazione preliminare fino all’esecuzione dei lavori e alla cessione del credito. Tutto questo in un contesto trasparente, e che prevede per il subappaltatore la garanzia di essere pagato nei tempi previsti dal contratto. 

Considerando anche l’arrivo sul mercato di strutture che, a fronte di mirabolanti promesse, sono mosse da intenti puramente speculativi, un sistema più controllato può anche tutelare il cittadino, che rischia, in caso di irregolarità, di essere soggetto alla rivalsa dallo Stato.

Per indirizzare la nostra azione è fondamentale raccogliere esigenze e opinioni delle imprese coinvolte. Per questo motivo, chiediamo la tua collaborazione:

Dai la tua opinione a questo indirizzo: LA TUA OPINIONE E' IMPORTANTE!

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA DI LIA BERGAMO: